Liceo Scientifico G.Gandini e Liceo Classico P.Verri

Cir.91: incontro con l’autrice di “Una spa per l’anima”

Scritto da: dirigente
Data: 4 Dic 2019

Lodi, 4 dicembre 2019
Circolare n. 91
Oggetto: incontro con l'autrice di "Una spa per l'anima"

A tutti i docenti, agli studenti e alle loro famiglie

Dopo il successo dell’incontro  avvenuto lo scorso mese di novembre con tutti gli studenti del liceo Verri, abbiamo nuovamente invitato Cristina Dell’Acqua, docente di lettere di un liceo classico di Milano e autrice del testo “Una spa per l’anima” (ed. Modadori 2018), ad una serata di presentazione della sua opera venerdi 13 dicembre, ore 20.30, presso l’aula magna del  liceo Verri.

L’incontro è aperto a tutta la cittadinanza e, in particolare, agli studenti e ai docenti  sia  del nostro liceo, sia delle scuole secondarie di primo grado interessati a cogliere il valore della cultura classica anche come “via” per comprendere e migliorare se stessi.

L’iniziativa è proposta da un gruppo di docenti del liceo Verri, dei quali riporto alcune considerazioni:

“Nel turbinio della vita quotidiana, che esige da ognuno attività, prontezza, azione, il tempo dell’otium, da sempre, è stato considerato prezioso: se il termine italiano, connotato da una sfumatura negativa, non restituisce assolutamente la preziosità di tale momento, la classicità, che ha coniato tale concetto, attribuisce all’otium un compito fondamentale: quello di dedicarsi a se stessi, di “curarsi dentro”, di riportare all’attenzione di ciascuno, nella lettura e nella meditazione,  concetti, idee, suggerimenti che possano aiutare a ritrovarsi autenticamente.

E queste voci giungono da lontano: i classici, con i loro messaggi eterni, capaci di “bucare il tempo” e di distillare saggezza, suggeriscono ad ognuno la via per prendersi cura di sé.

Una spa per l’anima li ha definiti Cristina Dell’Acqua, docente e scrittrice contemporanea, la quale attraverso le pagine del suo libro ci propone un itinerario attraverso la classicità, dimostrandoci che per prendersi cura di sé non vi è rimedio migliore delle pagine degli antichi autori greci e latini. Ecco allora che ogni capitolo della sua opera, dando voce ai grandi uomini “di ieri” (Seneca, Euripide, Eschilo, Cicerone e molti altri), suggerisce a noi uomini “di oggi” una modalità, un “esercizio”, un percorso di benessere finalizzato a migliorare il nostro “dentro”.

L’incontro con i grandi del passato (i moderni poggiano sulle spalle dei giganti, diceva Bernardino di Chartres..) diventa dunque uno spazio per l’intimità, per riscoprirci, per migliorare i rapporti con gli altri, per affrontare le nostre paure, per riappropriarci delle nostre parole, per riscoprire il valore dell’amicizia…

È questa la spa che Cristina Dell’Acqua ci suggerisce: un percorso benessere i cui effetti, al contrario di altri, non sono effimeri, non svaniscono col dipanarsi degli anni, ma rimangono, per citare le parole di Tucidide, come possesso per sempre.

Il Dirigente Scolastico
Giusy Moroni