Liceo Scientifico G.Gandini e Liceo Classico P.Verri

Cir. 135: convocazione dipartimenti di area

Scritto da: Riccardo Molti
Data: 31 Mar 2016

Lodi, 31 Marzo 2016
Circolare n. 135
Oggetto: convocazione dipartimenti di area
 A tutti i docenti
 
Come da calendario degli impegni collegiali, i dipartimenti di area sono convocati in data MARTEDI 5 APRILE, dalle ore 14.30 alle ore 16.30, con il seguente odg:
scelta libri di testo a.s. 2016/17;
– verifica realizzazione programmazione curricolare di area a.s. 2015-16.
 
In attesa dell’annuale circolare ministeriale sui libri di testo per l’a.s. 2016-17, riepilogo di seguito le ultime indicazioni generali emanate con CM 2581 del 9.04.2014 e CM 3690  del 29-04-2015. In particolare, segnalo che le indicazioni relative alle riduzioni dei  tetti di spesa sono applicate solo nel caso (decisamente improbabile)  in cui “tutti i testi” risulteranno essere di nuova adozione. Pertanto, salvo l’emanazione da parte del MIUR di nuovi parametri, teniamo come riferimento la tabella dei tetti di spesa attualmente in vigore (pubblicata con DM 43 del 10 maggio 2012) Su tali importi è consentito uno “sforamento” nella misura del 10%.
  1. Riduzione tetti di spesa (DM n. 781/2013): il tetto di spesa previsto per le classi prime e terze viene ridotto del 10% rispetto a quanto definito dal DM 43/2012, solo se tutti i testi adottati sono di nuova adozione e realizzati nella versione cartacea  e digitale, accompagnata da contenuti digitali integrativi. Il tetto di spesa definito per le classi prime e terze viene ridotto del 30%, rispetto a quanto definito dal decreto,  solo se tutti i testi adottati per la classe sono di nuova adozione e realizzati in versione digitale accompagnata da contenuti digitali integrativi.
  2. Eventuali sforamenti degli importi relativi ai tetti di spesa devono essere contenuti entro il limite massimo del 10%. In tal caso le relative delibere di adozione dei testi devono essere adeguatamente motivate da parte del Collegio e approvate dal Consiglio di istituto.
  3. In caso di nuove adozioni per le classi prime e terze il Collegio adotta libri nelle versioni digitali o miste. Non sono più possibili nuove adozioni solo nella versione cartacea. La legge n. 221/2012 ha abrogato il vincolo temporale di adozione dei testi.
  4. Testi consigliati: possono essere indicati dal Collegio docenti solo nel caso in cui rivestano carattere monografico o di approfondimento. I libri di testo non rientrano tra quelli consigliati.
  5. Realizzazione diretta di materiale didattico digitale: la legge 128/2013 art. 6 prevede che, a partire dall’anno scolastico 2014/15, gli istituti scolastici possano elaborare il materiale didattico digitale per specifiche discipline, da utilizzare come libri di testo e strumenti didattici per la disciplina di riferimento. L’ l’elaborazione è affidata a un docente supervisore che garantisce, anche avvalendosi di altri docenti, la qualità dell’opera sotto il profilo scientifico e didattico, in collaborazione con gli studenti delle proprie classi in orario curriculare nel corso dell’anno scolastico. L’opera didattica è registrata con licenza che consenta la condivisione e la distribuzione gratuite e successivamente inviata, entro la fine dell’anno scolastico, al Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e resa disponibile a tutte le scuole statali, anche adoperando piattaforme digitali già preesistenti prodotte da reti nazionali di istituti scolastici e nell’ambito di progetti pilota del Piano Nazionale Scuola Digitale del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca per l’azione Editoria Digitale Scolastica.
A ciascun dipartimento verrà consegnato l’elenco dei testi attualmente in uso, sul quale apportare eventuali modifiche. Per ogni testo è necessaria  un’attenta verifica dei codici e dei prezzi di copertina.  
 
 
Firma del Dirigente
Dr.ssa Giusy Moroni